VideoTime | Solaris è il ritorno de Le sacerdotesse dell’isola del piacere

235

Un nuovo singolo e video che anticipano l’uscita in autunno di “Alle onde”

Eh già, è passato un po’ di tempo dall’ultima volta che abbiamo parlato de Le sacerdotesse dell’isola del piacere. Spesso ci siamo informati su novità e su cosa stava succedendo nella band piacentina, e da qualche ora è arrivata la nuova uscita!

Si chiama Solaris, un pezzo che non abbandona i suoni a cui i ragazzi ci avevano abituato e con i quali li abbiamo imparato a conoscerli, e che da subito è già diventato un video. Ma non solo.

Infatti, come ci dirà meglio l’anima più creativa delle “Sacerdotesse” Fabrizio Lusitani, le novità non sono finite qua perché la loro Solaris è solo un assaggio di quello che arriverà in autunno…

Questa Solaris arriva a molta distanza dagli vostri ultimi lavori. Cosa è successo, dal lato artistico ovviamente, in questo tempo?

Verso il 2017, dopo l’uscita di Interpretazione dei Sogni, abbiamo suonato dal vivo per un periodo piuttosto lungo, dopodiché ci siamo presi una bella pausa. Nel 2019 abbiamo ripreso “senza impegno” a trovarci per lavorare su alcune canzoni nuove, la cosa ci ha preso più o meno tutto l’anno e ci siamo trovati ad avere una decina di pezzi di cui eravamo molto entusiasti, da cui l’idea di uscire con un nuovo album. Così all’inizio di questo 2020 lo abbiamo registrato e finito, prima di tutti i problemi noti della scorsa primavera. Abbiamo deciso di pubblicare questo video in attesa dell’uscita del disco che avverrà dopo l’estate.

Solaris

I vostri testi sono sempre un po’ sognanti. Mettono insieme immagini e sensazioni che all’ascoltatore lasciano ampia interpretazione. Sappiamo che la mente creativa sei tu Fabrizio e perciò ti chiedo: da dove arrivano le tue ispirazioni?

Le canzoni vengono da immagini e idee che mi frullano in testa finché non trovo le parole giuste per scriverle, ma spesso mi accorgo di rubare involontariamente frasi e intuizioni alla letteratura. Quando me ne accorgo cerco di rendere esplicito il riferimento. E’ stato così anche per Solaris, ad esempio.

Sulla stessa linea e anche il video. Una serie di immagini che ripropongono alcuni elementi prettamente marini. Il mare ha avuto un ruolo fisico nella creazione di Solaris, oppure sono segni lasciati da ricordi ed emozioni?

Il mare è l’argomento predominante del nuovo album, che si intitolerà “Alle onde”. Quindi il video marino è nato da questo pensiero costante del mare che ci ha seguito per tutta la composizione del disco.

Leggiamo che questo è solo il primo estratto di un album. Cosa ci puoi anticipare di quel che uscirà in autunno?

Il disco esce come sempre per Cloudhead/V4V, in digitale, vinile, e questa volta anche in cassetta, in edizione super-limitata. Posso dire che è già pronto ed è venuto molto bene… Scherzo, comunque sentirete il suono delle Sacerdotesse a cui eravate affezionati, catturato nel modo più semplice e diretto che ci è stato possibile, quasi un’esibizione dal vivo.