Vorrei accendere la luce | Il nuovo singolo di Alessandro Zanolini

88
Vorrei accendere la luce | Il nuovo singolo di Alessandro Zanolini
L'illustrazione del singolo "Vorrei accendere la luce" di Alessandro Zanolini

“Vorrei accendere la luce”- Il ritorno del cantautore piacentino Alessandro Zanolini

Torniamo a parlare di cantautorato “made in Piacenza” e lo facciamo con un artista che che da tempo è conosciuto sulla scena ma che da molto tempo aspettavamo di tornare ad ascoltare.

Dopo circa 8 anni infatti Alessandro Zanolini torna con un nuovo singolo intitolato “Vorrei accendere la luce”. Noi non abbiamo voluto perdere troppo tempo, lo abbiamo cercato e abbiamo raccolto le sue parole.

Come nasce l’idea di questo nuovo brano?

Nasce all’interno della lavorazione del disco che uscirà dopo l’estate. Ad un certo punto della sua stesura mi sono reso conto che dovevo raccontare la storia che poi è diventata la canzone; non avevo mai parlato della prima volta per eccellenza, quella dell’amore fisico che segna un po’ il passaggio nell’età adulta e mi sembrava il momento giusto per descriverne le sensazioni di incoscienza, trepidazione, paura, voglia di stamparsi tutto in testa che la contraddistinguono. E poi costituiva una bella metafora della crescita umana nonché del senso di unicità e irripetibilità delle prime volte, qualsiasi esse siano.

Il titolo del brano esprime un desiderio che molte persone avvertono nei momenti di difficoltà della vita, un bisogno divenuto molto attuale anche e soprattutto in questo periodo. In questo senso pensi possa rappresentare per loro un messaggio di speranza?

La “luce” di cui parlo nella canzone, trattandosi in prima battuta di una storia “concreta”, è la luce vera della stanza, quella che il protagonista vorrebbe accendere per vedere ciò che sta capitando ma che ha paura di accendere un po’ per pudore e un po’ per paura che tutto svanisca. Ma, come dici tu, la si può vedere anche come una luce interiore, la luce della speranza che ci porti a vedere le cose in modo nitido e a goderci tutto il buono che abbiamo tra le mani senza timori.

Anche a livello di suoni hai cercato di sposare questo tema?

Questa canzone doveva trasmettere energia, senso di battito accelerato, voglia di godersi l’attimo. Quindi sia a livello di melodia pura che di suoni ho cercato qualcosa che fosse in grado di dare queste sensazioni e magari far muove e ballare l’ascoltatore…in fondo racconta di un atto primordiale ed anche muoversi a tempo lo è, quindi ho cercato qualcosa che potesse scavare all’interno del nostro istinto.

Vorrei accendere la luce | Il nuovo singolo di Alessandro Zanolini
Il cantautore piacentino Alessandro Zanolini

Cosa significa per te essere un artista nel 2021?

Significa fronteggiare una situazione che se già di per sé era complessa per via di un mercato saturo con margini, e quindi possibilità di investimento, limitatissimi e che è stata amplificata dalla pandemia che ha letteralmente messo in ginocchio un settore e con esso le famiglie che ne vivevano. Quando succedono cose così grosse ci possono essere due strade radicali: che la gente si assuefaccia alla fruizione in streaming della musica oppure che la voglia di live ne esca ancora più forte come un qualcosa che è stato compresso per troppo tempo e ovviamente la mia speranza è che si verifichi il secondo caso.

Come hai sfruttato questo lungo periodo di “pausa forzata” in cui tutto, purtroppo, è fermo?

Dopo il primo lockdown del 2020 ho avuto un paio di mesi di vuoto creativo; poi mi sono rimesso in moto e sono tornato a scrivere tanto perché è ciò che mi fa stare bene. Alcuni progetti come autore, dopo aver scritto per Patty Pravo, si sono per forza di cose stoppati perché molti artisti hanno a loro volta dovuto aspettare l’evolversi delle cose e quindi mi sono trovato ad avere tempo di scrivere per me senza pensare a dove potessero finire le canzoni…non sapere che futuro avranno le cose ti porta a volte a viverle e gestirle, e in questo caso scriverle, in modo ancora più sincero e schietto.

Quali sensazioni hai provato nel pubblicare un nuovo brano dopo così tanto tempo?

Mi sono divertito innanzitutto a gestire tutta la fase di creazione e sviluppo, quindi i contatti con il mio arrangiatore, le puntate in studio, il video perché sono quei “dietro le quinte” che, insieme ai live, costituiscono il bello di questo mestiere/passione. E poi mi mancava davvero tanto far uscire qualcosa di mio con quella sana ansia di capire se la canzone piacerà e che strade prenderà.

Quali sono i tuoi progetti/programmi per il futuro?

Stiamo limando gli ultimi dettagli del disco che uscirà a fine estate, quindi ora sarò impegnato nella promozione del singolo e poi tra qualche tempo comincerò a svelare qualcosa di più del progetto intero. Sarebbe bello poterlo presentare dal vivo, chissà che non si possa fare…

Vorrei accendere la luce | Il nuovo singolo di Alessandro Zanolini
L’illustrazione del nuovo singolo “Vorrei accendere la luce” di Alessandro Zanolini

Andate alla home per scoprire tutte le altre news!